Due giorni di emozioni al Carcano

Se si pensa ad una voce rappresentativa ed emozionante nel panorama italiano è facile che tra i primissimi nomi a venire citati ci sia quello di Antonella Ruggiero, artista diventata celebre negli anni ’70 con i Matia Bazar, ma che poi ha scelto la via solista con tante soddisfazioni con parecchie partecipazioni sempre di altissimo livello a vari festival di Sanremo.
La voce di Antonella Ruggiero si presta alla pop music come alla sperimentazione, come all’opera per duttilità e magia che riesce a regalare, come ha dimostrato ad esempio nell’album del 1998 Registrazioni Moderne dove le canzoni più famose dei Matia Bazar furono riarrangiate da diversi artisti, allora emergenti, della scena italiana come Subsonica e Bluvertigo.
Voglia di sperimentare attraverso la sua voce la Ruggiero l’ha dimostrata anche attraverso un tour nelle chiese sconsacrate (e non) di tutta Italia proponendo concerti interamente di musica sacra.
Antonella Ruggiero sarà mercoledì e giovedì al Teatro Carcano (dalle 21 - ingresso gratuito) per eseguire brani tratti dalle opere di Gershwin, Porter, Ellington, Lloyd-Webber, il musical americano dagli anni ’30 agli anni ’70, accompagnata dalla Ensemble Musica Insieme di Milano e con il percussionista Ivan Ceccarelli, diretti da Massimo Lambertini.