Due interrogazioni sui costi del banchetto

Sono cominciate ieri pomeriggio alle 16, come annunciato, le ronde anti-rom della Lega a Voltri. In serata alle 22, il secondo turno dei volontari leghisti ha coperto l’arco di tempo notturno, fino alle due del mattino. Il motivo dell’intervento è legato all’aggravarsi dell’emergenza del campo nomadi abusivo che si sta ampliando a vista d’occhio sulla sponda destra del torrente Leira, proprio di fronte a via Ovada, nell’assoluta indifferenza dell’amministrazione comunale.
Ma non è tutto: la questione rom appassiona la Lega anche per i risvolti politici che rivela. Infatti proprio l’amministrazione del Municipio della Valbisagno nel quartiere di Staglieno - come riportato da il Giornale - ha stabilito di finanziare una festa dei rom che si svolgerà lunedì prossimo. Alessio Piana consigliere comunale della Lega e il collega Fersido Censi consigliere del Municipio interessato, presenteranno nelle rispettive sedi istituzionali un’interrogazione con risposta immediata al fine di sapere «perché l’evento non si stato posto alla discussione e approvazione del consiglio municipale, quanto tale iniziativa verrà a costare ai cittadini genovesi e se non sarebbe più opportuno diffondere fiabe e leggende e danze della tradzione genovese piuttosto che soggiogare i cittadini alle usanze rom»