«Due miliardi per il nodo autostradale di Genova»

Due degli 11 miliardi di euro previsti dal piano degli investimenti della nuova società italo-spagnola derivante dalla fusione tra Autostrade per l’Italia e Albertis verranno destinati alla realizzazione del nodo autostradale genovese. Lo ha assicurato, secondo quanto ha riferito ieri l’onorevole Vittorio Adolfo dell’Udc, l’amministratore delegato della società Autostrade per l’Italia Giovanni Castellucci, nel corso dell’audizione in commissione Lavori Pubblici. Adolfo, componente della commissione, aveva chiesto garanzie per quanto riguarda gli investimenti destinati al nodo autostradale genovese, un’opera il cui iter progettuale aveva seguito fin dal 2001 nella veste di assessore regionale alle Infrastrutture e la cui realizzazione, ha sottolineato, è ormai improcrastinabile. La Commissione della Camera dei Deputati ieri ha svolto l’audizione della Società Autostrade per l’Italia rappresentatadai suoi massimi vertici, il presidente Gianmaria Gros - Pietro e l’amministratore delegato Giovanni Castellucci. Nel corso dell’audizione Adolfo ha anche posto l’accento sulla necessità che vengano assicurati gli interventi infrastrutturali che la nuova società italo-spagnola avrebbe intenzione di attivare per il miglioramento della viabilità nazionale.