Due notti a Dubrovnik a 94 euro

«Foresta di querce»; è questo il significato della città vecchia di Dubrovnik, in italiano Ragusa, località croata dalla posizione unica. E con un autunno così mite vien voglia di fare una piccola sosta sulla fine sabbia di Copacabana, la spiaggia più grande di una città considerata una perla della Dalmazia meridionale. Oltre alla ricchezza dei fondali marini, però, dove albergano interessanti vestigia del passato, Dubrovnik offre un numero spropositato di edifici, ben 1436 testimonianze che hanno indotto l’Unesco a inserirla nell’elenco dei luoghi Patrimonio Mondiale.
Racchiusa all’interno di cinta murarie dove si ergono 15 torri edificate nel XIV secolo, la bellezza architettonico-artistica di Dubrovnik si esalta grazie anche ai colori del cielo e del tramonto; la Torre dell’Orologio, la Fontana di Onofrio, l’elegante Palazzo Sponza rimasto indenne nonostante il terremoto del 1667. Poi il Monastero Francescano (ingresso 1,50 euro dalle 9 alle 18) dove è ancora aperta la terza Farmacia più vecchia d’Europa. Capolavoro architettonico costellato di trattorie, negozi e suggestivi caffè all’aperto dove la sosta golosa è giustificata dal servizio curato e dagli strepitosi strudel che campeggiano dietro le vetrine, la città vecchia di Dubrovnik è divisa in due dalla Placa, la via principale lastricata interamente da pietra bianca.
Per il week-end dal 24 al 26 ottobre, si può raggiungere la Croazia e alloggiare all’Hotel Adriatic con un costo di 476 euro (volo incluso) con Expedia, mentre con Edreams alloggiando all’Hotel Komodor (totale per due notti di 94 euro) si potrebbe volare con Expedia partendo la mattina di venerdì alle 6.55 da Malpensa e rientrando la domenica.