Due palestinesi morti in raid israeliano

Un kamikaze palestinese si è fatto esplodere ieri a Jenin, in Cisgiordania, mentre le forze di Difesa israeliane stavano effettuando un’operazione antiterrorismo. Non c'è stata alcuna vittima nella deflagrazione, a eccezione dell’attentatore. Il palestinese con la cintura esplosiva ha deciso di farsi saltare mentre i soldati israeliani stavano circondando un edificio in cui erano asserragliati alcuni militanti della Jihad islamica. Tra i miliziani armati e le forze israeliane c’è stato un conflitto a fuoco costato la vita a due palestinesi. L'esercito ha detto che nessun militare è stato ferito negli scontri. In un’altra operazione militare in un campo profughi di Tulkarem, i soldati israeliani hanno arrestato 12 militanti del movimento islamico palestinese di Hamas. Nel corso dell'ultimo mese sono stati fermati quasi un centinaio di membri del movimento fondamentalista. Questa serie di arresti avviene proprio alla vigilia delle elezioni del 25 gennaio che vedono in testa nei sondaggi proprio Hamas.