Due parlamentari e le «due poltrone»

Gli alleati di Silvio Berlusconi tramano nell’ombra con i leader dell’opposizione. Intanto un gruppo di terroristi mediatici sta mettendo in ginocchio Mediaset e l’impero economico del premier. Tutto perché il presidente del Consiglio aspira a sedere anche sulla poltrona più alta del Quirinale e diventare così presidente della Repubblica. È un political thriller, un romanzo, nessuna aderenza con la realtà, ma frutto dell’igegnosa vena di Pietro Bernasconi. Eppure la trama è talmente fantastica che oggi ne discuteranno due protagonisti di primo piano della politica come i parlamentari liguri Roberta Pinotti e Luigi Grillo, rispettivamente deputato e senatore di Ds e Forza Italia. A tenerli a bada alla libreria Feltrinelli di via Venti Settembre ci vorrà tutta l’abilità di emdiatore del direttore di Primocanale, Mario Paternostro. Il dibattito sul romanzo «Due poltrone per uno», edito da Mursia, inizierà alle 17.30, ma solo per capire se il political-thriller di Bernasconi vuole in realtà vaticinare un futuro prossimo il tempo dedicato al libro potrebbe non bastare mai.