Due pescatori annegati: sono caduti dalla barca nella Laguna a Caorle

Le vittime si chiamavano Lino Dorigo, 73 anni, e Vittorio Sangion, 70
anni, entrambi del luogo. I due amici ieri pomeriggio erano andati a
pescare, come d'abitudine fanno da decenni, con la loro barca a remi

Venezia - Due pescatori sono morti cadendo in laguna dalla barca con cui erano andati a pescare ieri pomeriggio a Caorle (Venezia). Le vittime si chiamavano Lino Dorigo, 73 anni, e Vittorio Sangion, 70 anni, entrambi del luogo. I due amici ieri pomeriggio erano andati a pescare, come d'abitudine fanno da decenni, con la loro barca a remi. Stamani i familiari non vendendoli rincasare si sono allarmati e si sono quindi rivolti alla Capitaneria di porto di Caorle che ha avviato le ricerche con il supporto della guardia di finanza, dei carabinieri e dei vigili del fuoco. E' bastato una mezz'ora e la barca a remi è stata rinvenuta in un canale interno, in località Brian, a circa un chilometro dall'attracco. Sul natante però non c'erano i due pescatori i cui corpi sono stati poi trovati impigliati nella rete.

Tra le ipotesi quella che uno dei due sia caduto in acqua e nel tentativo di salvare l'amico anche il secondo pescatore sia rimasto vittima delle maglie della rete di pesca, affogando.