Due prof indagati per truffa alla Ue

Il rettore smentisce, ma ci sarebbero due docenti dell’Università della Calabria indagati nell’ambito dell’inchiesta su una presunta truffa ai danni dell’Unione europea per il percepimento di contributi illeciti che ha portato all’arresto di tre imprenditori e al sequestro di beni per 70 milioni di euro. La posizione dei due professori è adesso al vaglio anche della Procura di Cosenza. L’Unical, pure indagata come persona giuridica, secondo quanto si è appreso, sarebbe responsabile per non avere adottato misure idonee ad evitare che propri dipendenti commettessero un reato.