Due progetti per il Seveso

Prende posizione l'assessore all'Ambiente e Risorse idriche della provincia di Milano Bruna Brembilla in merito agli allagamenti nella zona di Niguarda. «Con il raddoppio del primo lotto del Canale scolmatore, da Palazzolo a Turbino, inaugurato da questa amministrazione nel 2004 abbiamo contenuto il problema esondazioni nel nord-ovest milanese. Il problema purtroppo-prosegue l'assessora Brembilla, resta aperto a valle soprattutto nella zona nord di Milano. Per tali ragioni, è necessario portare avanti al più presto il progetto che la Provincia ha proposto al Comitato Tecnico Regionale, che permetta l' individuazione di un'area adeguata dove realizzare una vasca volano simile a quella posizionata nel Parco Nord, ma di maggior capacità, in grado di accogliere le acque di piena che si vengono a creare a valle del canale scolmatore. In questo modo si ridurrebbe ulteriormente il pericolo esondazioni del Seveso a Milano, sopperendo ai limiti di portata delle tombinature nel tratto urbano di Milano». Oltre a questo progetto proposto dalla Provincia, è già in atto un accordo tra Provincia, Regione e Aipo per la realizzazione, prevista entro per il 2009, di un potenziamento del Canale scolmatore di nord ovest, con l'obiettivo di aumentarne l'attuale portata e quindi di assicurare il contenimento di piene in caso di piogge più intense di quelle dei giorni scorsi. Il progetto prevede un investimento di circa 9milioni di euro. Nei giorni scorsi, in sede di consiglio provinciale, è stata approvata la variazione di bilancio che stanzia 60mila euro per lo studio di fattibilità che dovrà definire gli interventi prioritari per l'adeguamento del sistema idraulico del Canale scolmatore in vista del potenziamento.