Due pulmini per disabili e bus a 23 chilometri l’ora

Due minibus acquistati da Amt e dedicati ai disabili, sono stati presentati ieri dal sindaco Marta Vincenzi e dall’amministratore delegato di Amt Franck-Olivier Rossignolle. «C’era bisogno di rinnovare il parco mezzi - ha detto il sindaco - Questo servizio va incontro alle esigenze di mobilità anche di chi può avere transitoriamente problemi di spostamento». I due mezzi, detti «Mobility Bus», sono costati 50mila euro l’uno e all’interno hanno tre posti per carrozzine e cinque per disabili parziali o accompagnatori e sono dotati di una pedana posteriore monta-carrozzine. Il servizio a chiamata sarà gestito da una cooperativa che servirà portatori di handicap muniti di tessere fornite sulla base della segnalazione dell’assessorato ai servizi sociali. Il servizio è prenotabile fino a 24 ore prima e sarà utilizzabile dalle 7 alle 20,30 tutti i giorni della settimana, domenica compresa. «È una risposta ancora insufficiente - ha detto però il presidente della consulta per i problemi dell’handicap Claudio Puppo - a Genova ci sono 3 o 4 mezzi per mille disabili e noi vorremmo poter usare i mezzi normali». Rossignolle ha spiegato che l’azienda ha intenzione di incrementare l’utilizzo dei mezzi tradizionali per i disabili (oggi 225 bus sono muniti di pedane) ed ha parlato della possibile introduzione di pedane movimentate manualmente dai passeggeri o dal guidatore. Intanto Amt fa partire anche la campagna gentilezza verso le donne che aspettano un bambino. «Guardati intorno, forse qualcuno ha bisogno di sedersi»: è il logo dell’iniziativa che attraverso adesivi sui mezzi invita le persone a lasciare il posto a donne incinte e anziani. Per tutti i passeggeri infine Amt promette di «assicurare tempi di percorrenza certi su determinati tragitti»: è questo l’obiettivo prioritario di Rossignolle. «Dobbiamo dare priorità ai bus, allargare gli assi protetti e sviluppare la rete, per questo aspettiamo l’apertura della metropolitana di Brignole - ha detto - dobbiamo aumentare la velocità commerciale e assicurare agli utenti dei tempi di percorso certi». Rossignolle ha aggiunto che Amt punta ad aumentare la velocità commerciale oggi a 15 chilometri orari in media sulla rete. «Con l’asse protetto potremmo arrivare a 23-24 chilometri - ha detto Rossignolle - D’altra parte la busvia di Nantes tocca i 25 chilometri». Quanto alla busvia in Valbisagno, l’ad ha detto che «in Valbisagno ci sono 71 mila passeggeri al giorno, pari al 15 per cento del servizio fornito da Amt alla città, ed è giusto migliorare il servizio».