Due società gestiranno l’acqua di 188 comuni: i prezzi saranno unificati

Si uniscono insieme i 33 gestori di acqua della provincia di Milano per creare due sole società: una in Brianza e l’altra a Milano (capoluogo escluso), in cui il prezzo dell'acqua sarà unificato con un aumento iniziale del 4% per poi arrivare nel 2014 alla tariffa di 0,98 euro al metro cubo.
A sancire l'importanza della votazione dell'Ato (Ambito territoriale ottimale di cui fanno parte i 188 Comuni della provincia escluso il capoluogo) la presenza ieri mattina a Palazzo Isimbardi del governatore Roberto Formigoni. L’obiettivo è arrivare a «una gestione che permetta di mantenere nel controllo pubblico le strutture» ha detto il governatore, ma anche liberalizzare i servizi per favorire la libertà di scelta e l'efficienza. Il progetto consentirà di riorganizzare il sistema idrico nelle 2 province e di avviare un processo industriale che prevede 900 milioni di investimenti nei prossimi 10 anni, investimenti che serviranno per migliorare le reti idriche e evitare gli sprechi.