Due soli a difendere Giordano

di Ferruccio Repetti

Un attacco grave e inaccettabile alla libertà di stampa: così, innanzi tutto, i consiglieri regionali liguri del Pdl Gianni Plinio e Matteo Rosso definiscono la serie di farneticanti espressioni, insulti e minacce di morte, inserite - ma gli ineffabili autori precisano: «postate» - nel sito internet del movimento uno e dipietrino «Italia dei valori» e rivolte contro il direttore del nostro Giornale. Il quale, sempre dagli stessi ineffabili autori di insulti e minacce, è tacciato di infermità mentale, paranoia e altre quisquilie di questo genere. Non solo: Mario Giordano viene anche giudicato, anzi dipietramente già condannato alla gogna (non solo mediatica o informatica, a quanto pare), perché colpevole di pubblicare a puntate (...)