Due uccisi da proiettili vaganti nella notte di Capodanno

Milioni di italiani hanno scelto di trascorrere la notte di San Silvestro all'aperto, sfidando il freddo. Grande successo per tutte le piazze d'Italia. A Venezia "bacio da record" in piazza San Marco. Nessuna festa invece a Torino, in segno di lutto per la tragedia della Thyssenkrupp. Due morti per colpi d'arma da fuoco esplosi per festeggiare

Milano - Capodanno in piazza per milioni di italiani e turisti nelle città di tutta la penisola, nonostante il freddo: dal bacio record di piazza San Marco a Venezia, un successone con circa 60.000 nel salotto buono della Serenissima, alle migliaia di persone presenti nelle strade di Roma fino ai festeggiamenti, con immancabile concerto, a Palermo. Milano ha salutato il nuovo anno in tre luoghi: con lo snow park di piazza del Cannone, al Palalido e nei giardini Montanelli. A Genova, musica nelle tre principali piazze: De Ferraris, Matteotti e in particolare al Porto Antico.

A Venezia serata dedicata all'amore (LoVe il logo prescelto) con migliaia di coppie pronte a battere il Guinness dei baci a San Marco. Musica di scena anche a Firenze, con Strauss, Verdi e Bizet in piazza Santa Croce e serata techno alla Fortezza da Basso. A Roma piazza e vie prese d'assalto, con il concerto di Giorgia al Foro Traiano, con piazza del Popolo ritrovo tradizionale per il brindisi di mezzanotte e altra musica all'ex fiera di Roma.

Notte in piazza anche a Napoli, con il concerto mediterraneo davanti a palazzo Reale, con i due palchi con la musica di Khaled, Goran Bregovic e Tullio De Piscopo. Anche se la festa è stata condizionata dall'emergenza rifiuti. Infine a Palermo, concerto con Nek in piazza Politeama. Nessuna festa di piazza invece a Torino, in segno di lutto per la tragedia della Thyssenkrupp. Ma mille persone hanno partecipato alla tradizionale fiaccolata per la pace del Sermig, dedicata quest'anno proprio ai sette operai morti.

Napoli, un morto Un uomo è stato ucciso la scorsa notte mentre era all'interno della sua abitazione con un colpo di arma da fuoco. Il fatto è accaduto, poco prima della mezzanotte, a Torre Annunziata, nel Napoletano. La vittima aveva 30 anni. Secondo quanto riferito dai suoi familiari l'uomo era all'interno della sua abitazione, un appartamento al nono piano di un edificio di via Vittorio Emanuele, per festeggiare l'arrivo del nuovo anno, quando è stato raggiunto da un colpo di pistola esploso dall'esterno. Portato al vicino ospedale di Boscotrecase, purtroppo, non c'é stato nulla da fare. Sulla vicenda indaga la polizia.

Muore donna in Calabria Una ragazza, Duana Cornelia, di 17 anni, romena, è morta a Rosarno poco dopo la mezzanotte perché raggiunta da un proiettile vagante sparato durante i festeggiamenti per il nuovo anno. La ragazza era nella sua abitazione in compagnia del convivente anch'egli di nazionalità romena.

Caserta, bimbo ferito Un bambino straniero di 10 anni, figlio di un immigrato tunisino da diversi anni in Italia, è stato ferito la scorsa notte con un colpo da arma da fuoco alla testa mentre si trovava nel giardino della sua abitazione, a Trentola Ducenta, un comune del Casertano, per festeggiare il Capodanno. Il bambino, soccorso dai suoi familiari, è stato portato dapprima all'ospedale di Aversa e successivamente, per la gravità delle ferite, al Santobono di Napoli. Le sue condizioni sono preoccupanti.