Due viados tentano di rapire bimba tunisina

Hanno cercato di rapire una bambina di appena due anni, strappandola dalle braccia della mamma. È successo a Novara. I protagonisti del tentativo di sequestro sono stati due viados sudamericani: domenica pomeriggio entrambi erano in evidente stato di ebbrezza quando sono entrati di forza in un appartamento di una palazzina di via San Francesco d’Assisi a Novara e hanno cercato di sequestrare la figlia più piccola di una famiglia tunisina residente ormai da diverso tempo in città. Entrati in casa i due viados hanno spintonato la madre della piccola e sono andati a caccia della bimba per prelevarla e portarla via. La mamma è rimasta ferita e poi è stata portata in ospedale dove è stata trattenuta per accertamenti. Eliminata la signora, la ricerca della vittima è stata interrotta dalla prontezza di uno dei fratellini della bimba. Il ragazzino che, al momento dell’irruzione era in bagno, ha sentito le urla della madre e ha dato l’allarme con il telefono: ha chiamato i carabinieri che immediatamente sono arrivati e hanno arrestato i due viados mentre cercavano di nascondersi al secondo piano della palazzina. I due sono stati fermati con l’accusa di tentato sequestro di persona e sottrazione di minore, violazione di domicilio e lesioni personali. La famiglia vittima del tentativo di rapimento vive in Italia dal 1996. Il padre della bimba, tunisino, lavora con un regolare permesso di soggiorno. Non si sa che cosa possa aver scatenato la cattiveria dei due sudamericani.