Duecentotrenta studenti ad Auschwitz con Veltroni

Tra emozione e curiosità, è incominciato ieri mattina dall'aeroporto di Fiumicino il «viaggio della Memoria» per 230 studenti delle 57 scuole superiori romane, accompagnati dal sindaco di Roma Walter Veltroni, che li porterà a visitare il campo di sterminio nazista di Auschwitz. Il volo dell’Alitalia diretto a Cracovia è decollato poco prima delle 10.30. Tra gli studenti anche quattro ragazzi islamici, di origine marocchina, e per la prima volta quattro studenti della «Scuola Germanica» e tre ragazzi rom, che vedranno i luoghi in cui furono sterminati migliaia di zingari. «Siamo emozionati ed onorati nel partecipare a questa esperienza, importante e che ci segnerà senz’altro - spiega Paolo Di Pasqua, studente del liceo Scientifico Pascal di Prima Porta - andiamo in un luogo della storia, che ancora oggi ha grande significato, nel ricordo di chi ha vissuto sofferenze orribili. In questi giorni, a scuola, molte persone ci hanno raccontato l’esperienza dei campi di concentramento, oltre che essere preparati da insegnanti e genitori su quello che andremo a visitare». La visita ad Auschwitz si ripete da cinque anni, da quando è iniziato il progetto «Noi ricordiamo», promosso dal sindaco, dall’assessorato alle Politiche educative del Comune, dalla Comunità ebraica di Roma, in collaborazione con l’Associazione nazionale ex deportati.