Duello come a Imola Alonso contro Schumi

Il cronometro e i diretti interessati dicono che dovrebbe ripetersi il duello Alonso-Schumacher, Renault-Ferrari. Fernando: «Sarà come a Imola, ma questa volta spero di essere io davanti. Però le McLaren si sono nascoste, sono cariche di benzina (Raikkonen 13°, Montoya 17°)». E Michael: «Sembra che si possa ripetere la sfida con la Renault, siamo messi bene». Nella seconda sessione di libere, lo spagnolo e il tedesco sono rispettivamente secondo (1’33“579) e terzo (1’33“619), staccati di poco più di un decimo. Davanti c’è un collaudatore, Wurz, per cui non conta. Gli altri titolari sono distanti, il primo è Ralf Schumacher, 6° a oltre due decimi. Se Schumi sorride, Massa lo fa un po’ meno: è 14° (1’34“546). «Però abbiamo fatto prove diverse di gomme». Il brasiliano ha un nuovo ingegnere di macchina, Rob Smedley (con Gabriele Delli Colli non andava più d’accordo). «Il rapporto pilota-ingegnere deve essere perfetto – ha spiegato Felipe – io e lui siamo troppo latini, c’erano troppe tensioni. Ora va meglio».