Il duello tra Lauda e Hunt continua sul grande schermo

Per gli appassionati di Formula Uno la notizia è ghiotta; un po’ meno se si è ferraristi accaniti. Ron Howard dirigerà, infatti, Rush pellicola che ricostruirà l’avvincente duello sportivo che coinvolse Niki Lauda e il rivale James Hunt nel mondiale del 1976. Una stagione indimenticabile, purtroppo, non solo per l’esito sportivo del campionato piloti ma, soprattutto, per il terribile incidente che coinvolse il ferrarista, il primo di agosto, nel circuito del Nürburgring, durante il Gp di Germania. Fino a quel momento, nessuno avrebbe scommesso una lira contro la mancata vittoria nel mondiale del campione austriaco. Alla vigilia dell’appuntamento tedesco, Lauda si presentava con ben 35 punti di vantaggio sull’inglese della Mc Laren. Nel corso del terzo giro del GP, però, Lauda perde il controllo della sua Ferrari e sbatte contro una roccia, rimbalzando al centro della pista dove la macchina prende immediatamente fuoco. Brett Lunger lo colpisce in pieno mentre si sprigiona una fiammata che investe Niki sul viso. Sarà Merzario ad estrarlo dall’abitacolo, salvandogli la vita. Dall’ospedale di Adenau giunge notizia che Lauda è in coma, al punto che gli viene impartita l’estrema unzione. Miracolosamente, però, le sue condizioni iniziano a migliorare anche se rimarrà orrendamente sfigurato. Nel frattempo, Hunt colleziona vittorie rosicchiandogli 21 punti. Il 12 settembre, 42 giorni dopo il terribile incidente, Niki torna a gareggiare a Monza, pur con una forma fisica ovviamente penalizzata, per difendere il suo vantaggio. Che continua però a limarsi fino all’ultimo Gran Premio del Giappone quando i due rivali si presentano al via distanziati di soli tre punti. Sul circuito del Monte Fuji, piove a dirotto. La pista è inondata d’acqua e Lauda inizia a perdere posizioni. Al secondo giro si ferma ai box e si ritira. Niki non cerca scuse e confessa che il motivo del suo abbandono è dovuto alla paura. La visibilità azzerata lo manda nel panico e da «robot» si trasforma in uomo; ha avuto il coraggio di avere paura. Hunt, ignaro, arriva terzo convinto di aver perso il mondiale. Invece, grazie a quei 4 punti diventa campione per una sola lunghezza. Rivali sì, i due, ma buoni amici. Tutto questo verrà raccontato attraverso la sceneggiatura di Peter Morgan (Frost/Nixon), mentre si stanno ufficializzando i nomi più importanti del cast. Il pilota austriaco sarà impersonato da Daniel Bruhl che in molti ricorderanno eccellere nei panni di Frederick Zoller in Inglorious Basterds. James Hunt (scomparso nel 1993 a soli 46 anni), invece, avrà il volto di Chris Hemsworth, recentemente visto in Thor. La parte principale femminile sarà affidata all’attrice tedesca Alexandra Maria Lara (ottima interprete in The Reader). La pellicola sarà prodotta dalla Cross Creek Pictures insieme alla Working Title e la Which Imagine di Brian Grazer e dello stesso Howard. Le riprese dovrebbero iniziare entro la fine dell’anno tra Germania ed Inghilterra.