DUELLO SUL TICKET

Il sospetto è che il tempo sia ormai scaduto. E che gli automobilisti, dal prossimo 2 gennaio, per poter circolare a Milano si dovranno rassegnare a pagare il ticket. O, come lo chiamano in Comune nel tentativo di farlo digerire, l’Ecopass. Ecopass o piuttosto ecotass, come sembrano invece piuttosto pensare in sempre di più. Oggi la giunta che approverà il bilancio e insieme al bilancio il pedaggio. Il ticket, infatti, non ha bisogno di nessun’altra votazione. Chiaro che solo quando i ricavi previsti saranno inseriti nella previsione del 2008, il provvedimento diventerà davvero ufficiale. Nonostante le proteste di molti. E con il nuovo attacco che arriva da Carlo Sangalli, l’autorevole presidente nazionale di Confcommercio e della Camera di commercio milanese, per qualche tempo indicato come possibile successore di Gabriele Albertini a Palazzo Marino, che non risparmia la sua critica a Letizia Moratti. (...)