Duemila grifoni graffiano: «Mandiamoli in serie B»

L’appuntamento se lo erano dati nel corso dell'ultima gara casalinga contro il Lecce con uno striscione posto al centro della Nord: «5/5/2011. Tutti al Pio». Tutti forse no, ma almeno duemila genoani ieri pomeriggio hanno riempito la curva del «Signorini» per dare la carica alla squadra in vista del derby. Cori, tamburi, fumogeni e striscioni come quello srotolato venti minuti prima che iniziasse la partitella in famiglia: «Col sangue agli occhi e il coltello tra i denti, scagliatevi contro il nemico. Li vogliamo in B». Un altro striscione prendeva di mira Marta Vincenzi, che nei giorni scorsi aveva auspicato solidarietà tra le squadre e le tifoserie. «Vincenzi, ma quale derby della solidarietà. Genova non vi vuole in serie A». E al sindaco sono stati dedicati cori inequivocabili.
Pochi minuti prima delle 15, l'Audi scura di Enrico Preziosi ha varcato i cancelli del Pio. Il patron rossoblù è sceso subito negli spogliatoi per parlare con la squadra, mentre dalla curva si levavano cori d'incitamento per Milanetto e compagni: «Distruggi la Sampdoria», «Il derby non si regala». Osannato anche il tecnico Ballardini. Poi Preziosi si è intrattenuto con i mezzi d'informazione: «Noi vogliamo vincere questa partita come ogni volta che si scende in campo. Mi preoccupa molto essere dati per favoriti, l'ho detto ai ragazzi. Nei derby non esiste una favorita. Giocheremo con il coltello tra i denti. Sappiamo che è la partita più importante della stagione, vorremmo dare questa soddisfazione ai nostri tifosi». Poi un accenno a quanto affermato nei giorni scorsi dal sindaco Vincenzi: «Credo che volesse dire qualcos'altro, sarebbe ridicolo se avesse voluto solidarietà da parte nostra. Probabilmente è stata fraintesa, nei derby la solidarietà non esiste». Chiusura dedicata a Ballardini e al mercato: «Non era presente nello spogliatoio quando ho parlato alla squadra, ma questo non vuol dire nulla, è sempre stato così. Il suo futuro? Ne parleremo la prossima settimana in modo definitivo. Kucka e Palacio resteranno qui».
Dalla partitella arrivano notizie confortanti per Marco Rossi, che ha disputato la prima frazione di gioco senza accusare problemi. Il capitano del Genoa resta comunque sotto osservazione. Rischia di perdere il derby invece Moretti, uscito nell'intervallo a causa di una botta al ginocchio che andrà valutata nelle prossime ore. Floro Flores ha fatto lavoro differenziato, ma oggi tornerà in gruppo. La stracittadina è stata affidata a Tagliavento.