Duemila tifosi per lo Spezia

Resta la soddisfazione dell’esordio in casa, nel sempre caldissimo «Picco». Ma Antonio Soda, mister spezzino, storce il naso dopo la notizia del posticipo, tra aquilotti e Cesena, nella prima giornata di campionato. Di fatto lo Spezia giocherà due partite in sei giorni e avrà un giorno in meno per preparare la difficilissima trasferta di Bologna, secondo impegno in calendario: è questo, in sintesi, il pensiero dell’allenatore, al suo esordio in serie B. Un ostacolo in più nell’ambito di un avvio di campionato davvero ad alta tensione (Cesena, Verona e Napoli in casa, Bologna e Frosinone in trasferta). Spezia–Cesena, quindi, sarà il primo posticipo del campionato di serie B. E il problema del sabato o non sabato, per questa volta, non abita nell’estremo levante ligure. La partita, infatti, si disputerà lunedì 11 settembre con inizio alle 20,45. Verrà così messo immediatamente alla prova il nuovissimo impianto di illuminazione, resosi necessario, assieme ad altri lavori, per permettere al vecchio «Picco» di ospitare la serie B.
Intanto ieri c’erano oltre duemila tifosi alla presentazione ufficiale dello Spezia Calcio, neopromosso in B, nella centralissima piazza Cavour. Lo show è durato oltre un'ora con un mix di sport e spettacolo aperto dal prologo dalla band di Riccardo Borghetti, autore dell'inno ufficiale degli aquilotti. Uno per uno, compreso il neo acquisto Marco Gorzegno, i giocatori spezzini sono stati chiamati sul palco dallo speaker Federico La Valle. Ovazione per il presidente Giuseppe Ruggieri che ha affermato «Lunedì 11 settembre voglio lo stadio pieno in ogni ordine di posto. Questa squadra rappresenta il nostro sforzo per affrontare un campionato lungo e difficile come la Serie B. La città deve starci vicino».\