Duomo, concorso di idee per le aiuole

Qualche anno fa la giunta Moratti aveva immaginato una piazza Duomo totalmente rinnovata, stile anni Venti, con verde e panchine. Niente soldi, niente restyling. Ma il sogno di rendere più bella la piazza non è del tutto sfumato. Il Comune apre un concorso di idee tra i milanesi per rinnovare le aiuole che ora fanno da «separé» tra il passaggio delle auto, l'area taxi e la zona pedonale della piazza.
«Il prossimo 31 dicembre - spiega Chiara Bisconti, assessore al Verde - scadrà il contratto attualmente in vigore per la cura e manutenzione delle aiuole. Vogliamo raccogliere le idee dei milanesi, che possono comprendere anche le piante. Piazza Duomo è il simbolo di Milano e ci sembra giusto coinvolgere la città. Mi piace pensare che a progettare e a curare le aiuole del Duomo siano proprio i cittadini. Il verde è un bene comune, così come lo è quella bellissima piazza».
Ovviamente ci saranno dei vincoli, giusto perché la fantasia non prenda il sopravvento su decoro e sopravvivenza delle piante. Sia i cittadini sia gli sponsor potranno «adottare» il verde pubblico: chi si aggiudicherà il progetto dovrà poi provvedere alla manutenzione e alla cura dell'area per tre anni. Nel caso di sponsorizzazione ad opera di aziende è anche previsto che possano esibire il proprio marchio. Gli spazi verdi sono soggetti a vincolo diretto monumentale. Quindi il progetto proposto dovrà avere contenuti riferiti alla riqualificazione e manutenzione nel tempo del verde, rispettando gli arredi e manufatti esistenti (recinzione, basamenti, lampioni, aste delle bandiere, griglie areazione MM). La scelta delle specie vegetali dovrà garantire uno stato decoroso ed un effetto estetico costante delle aiuole in tutte le stagioni. Il Comune prenderà prevalentemente in considerazione le soluzioni progettuali che prevedano il posizionamento di alberi di seconda e terza grandezza (come per esempio il tiglio, il prunus, il ligustro, alti non più di tre metri). Le domande potranno essere presentate, dal primo ottobre al 31 novembre 2013, lasciando il mese di dicembre a disposizione di una commissione tecnica, che coinvolge anche la Soprintendenza ai Beni Architettonici e del Paesaggio, per valutare le proposte ricevute, in modo da poter formalizzare il nuovo contratto a partire dal gennaio 2014. Dal luglio 2012, infatti, è attiva la nuova procedura per la sponsorizzazione di aree verdi, con le modalità previste dall'avviso pubblico consultabile sul sito del Comune,www.comune.milano.it, alla voce «adotta il verde pubblico». Qui da oggi sarà anche possibile visionare la planimetria fornita da MM per le informazioni tecniche relative alla portata delle solette e agli spessori delle vasche, necessarie per valutare le scelte progettuali.