Duomo, Expo e moda L’immagine di Milano vale venti Finanziarie

Il Duomo vale il doppio della Coca Cola e la Scala supera Mc Donalds. Buona prestazione anche per San Siro: il sistema Inter-Milan è uno dei grandi elementi di attrattività di Milano nel mondo. Tra le punte di diamante anche l’Expo e le sfilate di moda. Nell’insieme il made in Milan, il brand Milano, vale 400 miliardi di euro, secondo un calcolo spannometrico basato su uno studio della Camera di commercio di Monza e Brianza e di Anholt Brand Index.
Il record tocca al Duomo, che vale 82 miliardi di euro. La Scala è stimata in oltre 27 miliardi di euro, quasi quanto lo stadio di San Siro, che ha un valore di 30 miliardi. Bene il brand Expo 2015, stimato intorno ai 60 miliardi. Per fare qualche paragone con i tesori romani, il Colosseo vale 91 miliardi e i Musei vaticani 90 miliardi.
«Gli stranieri comprano un vestito a Milano anche perché a Milano c’è il Duomo» sintetizza Roberto Mattioni, segretario generale della Camera di Commercio di Monza. E aggiunge: «Per questo recuperare il Duomo, occuparsi della manutenzione delle guglie non è semplice beneficenza, ma anche marketing, attività economica indispensabile a far crescere attrattività e competitività del territorio» osserva Mattioni. Anche i prodotti industriali milanesi devono ringraziare il Duomo, la Scala, le sfilate e San Siro.
Una ricerca che convince anche il Comune, impegnato nel rilancio del brand, tanto che Letizia Moratti, si è fatta fotografare mentre indossava una t-shirt con lo skyline meneghino. «Il nostro obiettivo è usare ancora di più il marchio di Milano come volano per l’economia turistica» spiega l’assessore al Marketing, Andrea Morelli.