«Il Duomo incontra l’arte», così rinasce il centro

«Sono questi gli eventi di cui il centro storico della città ha bisogno per essere rivitalizzato, restituito ai milanesi nel modo migliore e offerto ai turisti in tutto il suo splendore».
Lo ha detto il vicesindaco Riccardo De Corato dopo aver visitato ieri mattina la mostra «Il Duomo incontra l’arte», ventisettesima edizione della tradizionale iniziativa organizzata due volte all’anno da Asco Duomo, l’associazione degli esercizi commerciali e pubblici di piazza Diaz e delle vie limitrofe.
«Le positive iniziative di Asco Duomo - ha rilevato il vicesindaco - sono il perfetto esempio di come si possa trasformare questa parte del centro in una vera e propria galleria, in uno spazio per bibliofili o per curiosi, sottraendola al bivacco e all’abbandono cui spesso assistiamo. Così come farà di certo il prossimo atteso appuntamento, il mercatino dei libri antichi più grande d’Europa». «Ringrazio l’Asco Duomo - ha sottolineato ancora il vicesindaco - per questo e per tutti gli altri appuntamenti che di anno in anno godono di sempre maggior successo e di un meritato risalto anche sulla stampa. Che di recente ha giustamente evidenziato l’unicità e l’importanza proprio del mercatino dei libri antichi a livello europeo, meta di curiosi, esperti, intellettuali e personaggi famosi, tutti accomunati dalla passione per la bibliofilia». «Il Comune - ha concluso De Corato - continua a credere fortemente nelle iniziative culturali dell’Asco Duomo e a patrocinarle, nella ferma convinzione che esse possano rappresentare un appuntamento imperdibile oltre che per i milanesi anche per i turisti».