Duomo, intensificate le misure di sicurezza

Misure di sicurezza rafforzate ieri in Duomo, dopo i tentati attacchi del terrorismo a Londra e in Scozia. La chiesa simbolo di Milano, insieme con gli aeroporti di Linate e Malpensa, è considerata uno dei punti più a rischio della città. Meticolosi, dunque, i controlli delle forze dell’ordine su fedeli e turisti. che accaldati, ma senza troppa fretta, aspettano chiacchierando il proprio turno. Uno solo dei tre portoni di accesso è aperto: la gente entra ed esce dall’ingresso laterale sinistro, quello che dà su corso Vittorio Emanuele. La fila è lunga, tanto da oltrepassare i gradini del sagrato e arrivare fino a metà piazza. Turisti e fedeli attendono e poi, quando sono finalmente a un passo dal varcare la soglia del Duomo, alcuni agenti fanno aprire loro le borse e qualsiasi bagaglio tengano in mano. Dopo uno sguardo a occhio nudo di quanto contenuto all’interno, è il metal detector a mano a fare il resto.