Il Duomo è ormai un’isola in un mare di birra

Un gusto a tutta birra: complice il caldo anomalo e la gradazione alcolica di molti vini che bruciano il palato, i cultori del buono consumano sempre più birra artigianale. E hanno eletto Milano capitale italiana. Dopo il Salone della Birra del marzo scorso, Fieramilanocity, al padiglione 7 di Porta Eginardo, ospita da questa sera a domenica 13 maggio, la prima edizione del Milano Beer Festival, milanobeerfestival.it, una formula che ricalca quella di celebri festival europei come il britannico Gbbf (Londra, agosto) o il belga Zbf (Bruxelles, marzo).
L’Associazione degustatori birra, organizzatrice dell’evento, sostiene di aver selezionato «le migliori birre artigianali sulla faccia della terra», ovvero più di 200 tipologie realizzate da una sessantina di birrifici tra Italia, Belgio - che, con la sua fantastica tradizione, fa la parte del leone -, Francia, Germania, Gran Bretagna, Irlanda, Olanda e Repubblica Ceca. Il tutto può essere assaggiato (rigorosamente alla spina) a un costo di 3 euro d’ingresso, 2 di caparra per un bicchiere serigrafato da 23 cl (che si può portare via) e, per ogni assaggio, da 1 a 3 euro a seconda di tipologia e gradazione. Chi vuole, all’uscita può comprare nel beershop le etichette in bottiglia che sono piaciute di più.
Qualche nome per orientarsi? Quelle che hanno sbancato l’ultima edizione del Salone della Birra: tra le italiane, la Imperium Porter del Birrificio Svevo di Bari, la Momus, scotch ale del lucchese Bruton, la Vertigo dell’Orso Verde di Busto Arsizio. Tra le straniere, l’abbazia Sint Gummarus Triple del belga Sint Jozef o la Bon Secours Brune, ale della Brasserie Caulier di Peruwelz, sempre Belgio. Gli estimatori vanno dritti invece alle 12 birre britanniche servite dall’antico sistema della «barrique a caduta», da vedere per capire. Il contorno è fatto di blues, jazz e soul e di esibizioni di professionisti di ping-pong, calciobalilla e freccette. Orari del Festival: oggi dalle 17 alle 2, sabato e domenica dalle 11 del mattino fino a notte fonda.