Il Duomo toglie i veli alle guglie

Il bianco purissimo del marmo e l’azzurro intensissimo del cielo. Un contrasto che lascia senza fiato. Passeggiando in piazza Duomo lo sguardo è immediatamente attirato dalla facciata della cattedrale, che comincia, finalmente, a liberarsi da impalcature e teli grigi. Almeno per quanto riguarda la parte superiore. Dopo quasi tre anni di restauri, le guglie, alcuni rilievi e uno spicchio della vetrata possono infatti tornare a far bella mostra di sé.
Per la gioia di milanesi e turisti stupiti dalla bellezza del marmo di Candoglia splendente alla luce del sole. I lavori di restauro e consolidamento sono stati voluti dalla Veneranda Fabbrica del Duomo per preservare l’edificio dallo smog e dagli sbalzi di temperatura. La facciata (una superficie di 4.500 metri quadrati decorata da 513 statue) e le 12 guglie sono state ripulite e messe in sicurezza. Ma per ammirare la chiesa nella sua totalità ci vorrà ancora del tempo.