DUOMO

Alzi la mano chi ha messo piede almeno una volta nella vita nella casa di Alessandro Manzoni (è in via Morone 1), chi ha visitato il meraviglioso chiostro del cortile di palazzo Carmagnola (è in via Rovello 2). Qualcuno in più ha sicuramente visto il Cenacolo, anche se è noto che, a fare la coda per ammirare il capolavoro leonardesco sono soprattutto i turisti. I milanesi amano la loro città, non la cambierebbero con nessun’ altra, ma non hanno mai tempo per visitare i monumenti e spesso non ne conoscono nemmeno la storia. Ad esempio la costruzione del Duomo, simbolo della città, iniziò nel 1386 ma la Madonnina fu eretta sulla guglia più alta soltanto nel 1774. E in Galleria, proprio nell’Ottagono crocevia di appuntamenti culturali, il pavimento a mosaico mostra il simbolo araldico dei Savoia e gli stemmi di quattro delle più importanti città italiane: il toro di Torino, la lupa di Roma, il giglio di Firenze e la croce rossa in campo bianco di Milano