Durc Morgillo (Pdl): «Le imprese hanno ragione»

Il consigliere regionale Luigi Morgillo (Pdl) denuncia le «forti le critiche alla Giunta Burlando pervenute dalle aziende artigiane liguri che contestano a quest’amministrazione di essere la più rigida in materia di disciplina delle attività contrattuali regionali e specialmente nell’applicazione della normativa riguardante il Durc (Documento Unico di Regolarità Contributiva)». Secondo Morgillo, «affermare che lo avevamo detto è riduttivo: già nel 2007 quando in consiglio regionale era stata approvata la legge che disciplinava le attività contrattuali regionali e che prevedeva l’obbligo da parte di tutte le imprese che forniscono beni e servizi o prestazioni alla Regione di presentazione del Durc, noi avevamo aspramente criticato questa decisione che avrebbe appesantito in maniera eccessiva gli obblighi burocratici. Burlando anziché ascoltare i nostri consigli continua a farsi ammaliare dalle “sirene”dell’estrema sinistra, con il loro carico di pregiudizi ideologici». La Regione Liguria è l’unica, sostiene Morgillo, «ad avere una normativa in materia di Durc fortemente burocratizzata e pesante, anche di fronte a provvedimenti del Governo, che prevedono una semplificazione».