Durkovic per la Casa 139 I Simple Plan all’Alcatraz

Luca Testoni

Oggi. Il cantautore italo-ceco Roberto Durkovic presenta alla Casa 139 le canzoni del nuovo disco Semplicemente vita, mentre al Transilvania Live si esibiscono gli Udo, collaudata heavy-metal band tedesca.
Domani. Paladino britannico del folk-rock d'autore (con melodie e taglio dichiaratamente pop e vena intimista), il cantante-pianista-chitarrista David Gray è al Rolling Stone sulla scia del nuovo lavoro Life in a Slow Motion.
Giovedì. La Londra meticcia continua a sfornare talenti. E stavolta tocca ai Mattafix, attesi ai Magazzini Generali. Un caraibico e un indiano capaci di estrarre dal cilindro la sinuosa hit Big City Life, apripista del cd di debutto Signs of a Struggle. Fa invece tappa all'Alcatraz il tour dei canadesi del Québec Simple Plan, punk-rocker melodici molto in voga tra i giovanissimi. Al Plastic, infine, party targato Warp Records (fra le etichette britanniche di culto in tema di musica elettronica) con Plaid, Dj Easy (Nightmares On Wax) e Jimmy Edgar.
Venerdì. La funky-house del deejay statunitense Dj Fame regalerà danze d'avanguardia ai Magazzini Generali.
Sabato. Unica data italiana al Motion di Zingonia per Alpha Blondy, il Bob Marley della Costa d'Avorio. In alternativa: l'hard rock dei milanesi Extrema (Rolling Stone) o le cover degli U2 della tribute band laziale Achtung Babies (Live Club di Trezzo d'Adda).
Domenica. Di nuovo in città, stavolta al Rolling Stone, gli inglesi Editors sono protagonisti di un nuovo movimento rock che pare essersi prefissato l'obiettivo di rendere attuali e contemporanei i suoni e le atmosfere cupe, ipnotiche e decadenti di tanta new wave britannica di 20 e passa anni fa.