Durnwalder onora i terroristi altoatesini

In tutta Italia si festeggiano i 150 anni della patria, ma in Alto Adige vengono celebrati i terroristi del separatismo. «Si deve anche a loro se oggi godiamo della più ampia autonomia» ha dichiarato senza peli sulla lingua il presidente della Provincia di Bolzano, Luis Durnwalder (nella foto). Stiamo parlando dei responsabili di 361 attentati dal 1956. Dunwalder non ha partecipato alle celebrazioni dell’Unità d’Italia perché «glorificano anche i periodi durante i quali eravamo discriminati e oppressi». L’87 per cento della comunità tedesca è contraria ai festeggiamenti. In compenso domani gli Schutzen celebreranno i 50 anni dalla «notte dei fuochi» del 1961, quando esplosero 46 bombe anti italiane.