Dvd e libro fotografico raccontano l’attore

Dalla ditta Rezza-Mistretta, a pieno regime fin dal 1987, arriva anche il primo dvd e libro fotografico con i cortometraggi in bianco e nero, prodotti tra il ’90 e il ’99 e ormai «cult». La costante del video-percorso è la presenza del corpo tragico-catastrofico e della parola (ipnotica) di Rezza. Le storie raccontano di una cultura in decadenza, di un’umanità pedante e meschina. I film sono realizzati a basso budget e risentono delle influenze stilistiche dettate dalla tecnologia. Ma sono proprio le inquadrature che intrappolano il corpo in uno spazio estraniante a rendere estremamente comico ogni «corto». La strenna natalizia contiene anche «Il passato è il mio bastone», un documento inedito presentato all’ultimo Festival di Venezia, con immagini del girato mai montato e interventi critici di Cristina Piccino, Steve Della Casa, Giovanni Spagnoletti, Fabio Ferzetti, Marco Dotti, Paolo D’Agostini, Morando Morandini, Enrico Ghezzi e Roberto Silvestri.