Un dvd per festeggiare le cento candeline

Per festeggiare i quasi 100 anni di storia della compagnia goliardica più antica d'Italia è arrivata una novità: un dvd di cento minuti pronto a far rivivere la storia del gruppo nato 94 anni fa grazie all'iniziativa di Mario Baistrocchi e un gruppo di studenti universitari. E il dvd è un viaggio nel passato, per rivivere molte delle 94 «riviste» attraverso foto, spezzoni, e interviste. «Sorprendente veder gli interventi di uomini che oggi sono medici, avvocati, graduati carabinieri, ma che in passato, su questi palchi, avevano indossato il tutù» racconta Piero Rossi. E nella storia della compagnia ormai anche lui è entrato di diritto: il 2006 rappresenta per Rossi il cinquantesimo anno di Baistrocchi. Nato come «ballerina», oggi è autore, regista e coreografo ed è sempre lui a insistere sull'importanza di questa iniziativa. Perché la compagnia Baistrocchi è anche beneficenza e il ricavato delle vendite del dvd («Una leggenda chiamata Baistrocchi», costo 10 euro) verrà impiegato - come gli introiti derivanti dalle loro esibizioni - in limpide donazioni. «Facciamo solidarietà divertendoci», è il motto di Marco Biancalana, altra storica bandiera della compagnia.
Un motto dentro cui si sono immersi anche i più giovani perché il ricambio generazionale deve esser garantito: le matricole 2006 sono sei e moltissimi i ragazzi. Eugenio Brisca è il più piccolo, lavora da agente immobiliare, ha 21 anni, ed è alla sua seconda esperienza con la Bai. Perché? «Perché mi diverto, anche se le prove a volte durano fino alle tre di notte...». E tra chi, ancora giovanissimo, della Bai sembra essersi innamorato, c'è Mauro Gentile, 23 anni appena, ma già quattro esibizioni goliardiche alle spalle. Nel gruppo anche un foresto: Rocco Savasta, 25 anni di Gela, ma alla terza esperienza nella genovesissima Bai perché, a suo dire, «quando entri nel gruppo è come una droga e non ne puoi fare a meno». E la voglia rimane negli anni, come dimostra Armando Costantino che a 42 anni è tornato a interpretare «una vomitable girls» come già aveva fatto 20 anni fa. Per iniziare insomma non è mai troppo tardi: Luca Rivelli lavora in una società legale ed ha 34 anni. Ma è una matricola con parrucca e collant.