E il 20 gennaio la diva di X Factor sarà alla Casa Bianca

Certo che è un bel tipo questa Leona Lewis. L’altro giorno era a Dubai a prendere il sole con Victoria Beckham e famiglia. Poi ha annunciato di aver firmato un contratto (si presume milionario) per scrivere la propria autobiografia, che sarà addirittura corredata da un album con cento fotografie che ripercorrono la sua storia. «La pubblicazione - ha detto - dovrebbe avvenire a ottobre, in contemporanea con l’uscita del mio nuovo disco». Lo celebrerà, secondo quanto dicono i beneinformati, con un tour mondiale che nel 2010 investirà circa 15 milioni di sterline. Ma intanto, con tutta probabilità, lei sarà alla Casa Bianca il 20 gennaio per l’insediamento di Barack Obama alla presidenza degli Stati Uniti. In poche parole, la sua vita è cambiata dopo aver vinto la terza edizione dello show inglese «X Factor». Lo sappiamo, l’anno scorso la sua canzone «Bleeding love» è stata tra le più trasmesse dalle radio di tutto il mondo, lei è passata anche dal Festival di Sanremo ricevendo praticamente una standing ovation all’Ariston. Ma non solo lì. Il 24 agosto a Pechino, accompagnata dal chitarrista dei Led Zeppelin Jimmy Page, ha cantato «Whole lotta love» per celebrare la chiusura delle Olimpiadi. E ieri è uscito negli Stati Uniti il suo nuovo singolo «I will be». Per annunciarne la pubblicazione, si è presentata nientemeno che al David Letterman Show, che per gli Stati Uniti equivale a una sorta di incoronazione. Insomma, sarà lei uno dei simboli del pop del 2009 perché è il volto giusto e la voce giusta per celebrare in qualche modo, dal punto di vista musicale, l’inizio di una nuova era. Sarà per questo che per lei le offerte piovono da tutte le parti. L’ultima è quella di recitare in un musical di Broadway che dovrebbe raccontare la vita della capricciosa popstar Mariah Carey. Le trattative sono sul punto di chiudersi. E se tutto andrà bene, Leona sarà sul palco entro la fine dell’anno.