E Adriano è fuori dalla Champions

da Empoli

A dieci minuti dalla mezzanotte, termine ultimo per consegnare la lista dei 25 giocatori da utilizzare nella fase a gironi della Champions league, la previsione diventa realtà: Adriano «cade» sotto le scelte di Mancini. Con lui è stato tagliato un altro brasiliano, Cesar, che proprio ieri sera Mancini aveva elogiato per la prova di Empoli. «Chi è rimasto fuori è rimasto fuori con gran dispiacere da parte mia». E poi su Adriano, quando la sua esclusione era solo nell’aria: «Sono convinto - ha proseguito il tecnico - che potrà tornare ad essere quello che è stato qualche tempo fa, dipende da lui». Le decisioni di Mancini sono state forzate: «Ci sono delle regole nella compilazione della lista e come tali occorre che siano rispettate». Tra le norme, quella per cui sei dei giocatori iscritti devono aver effettuato il settore giovanile in Italia, regola che è entrata in vigore da questa edizione della Champions. L’Inter quindi ha dovuto iscrivere forzatamente il terzo portiere Orlandoni, Materazzi, Toldo e Jimenez che ha svolto le giovanili nella Ternana, oltre al difensore milanese della Primavera Dennis Esposito e al centrocampista lodigiano Francesco Bolzoni.
Quanto ai tre punti di Empoli, il tecnico nerazzurro è stato lapidario: «Ci portano un po’ di allegria. Abbiamo fatto un ottimo primo tempo, poi siamo calati, ma a Empoli fanno fatica tutti». Sull’altro fronte Cagni è furibondo per il rigore negato.