E in Arabia Saudita la figlia del re si toglie il niqab

La sfida del velo arriva dall’alto. È una decisione simbolica e controcorrente quella di Adila, la più giovane delle figlie del monarca saudita Abdullah: la principessa ha infatti abbandonato il tradizionale niqab e scelto un foulard più moderno, che mostra tutto il suo viso e buona parte dei capelli. E ovviamente il nuovo look della principessa non è passato inosservato. Secondo il sito Middle East Online le sue foto sono state accolte con molta speranza negli ambienti femminili sauditi, mentre i fondamentalisti hanno reagito con rabbia. «Il niqab - ha spiegato la principessa - non c’entra con la religione musulmana. È una questione di tradizione e nulla altro. Qui in Arabia Saudita ci sono donne che velano i loro volti mentre altre coprono solo i capelli. Personalmente non sono contraria all’hijab che copre i capelli. Credo anzi che l’hijab sia più in sintonia con i principi dell’islam che il niqab. Credo che ognuno di noi abbia libertà di scelta, ma il niqab non deve essere ammissibile nelle aeree che hanno bisogno di misure di sicurezza». Adila, che è presidente di associazioni di beneficenza ed è impegnata nel sociale, è contraria anche al divieto per uomini e donne di frequentare insieme luoghi pubblici. «Credo che i cambiamenti avverranno gradualmente - ha detto - con l’aiuto delle leggi contro le molestie».