E il Banco Popolare sceglie FonSai

da Lodi

È deciso: il partner nel «bancassurance» del nuovo Banco Popolare, la cui nascita ufficiale verrà sancita il prossimo primo luglio, sarà Fondiaria-Sai. Della decisione si è preso atto ieri sera nel corso del cda di Banca Popolare Italiana e un’azione gemella è passata anche tramite il cda del Banco Popolare di Verona Novara.
Non più di due settimane fa la scelta era stata limitata a una short list a tre. In lizza figuravano, all’inizio, una decina di pretendenti. Ora si è scelta la proposta economicamente più vantaggiosa, fermo restando che negli ambienti finanziari era data subito quasi per certa la vittoria di FonSai, considerato il partner con maggiori chance. Circostanza poi confermata sulla base di binding offer analizzate dai due cda.
Giorni fa gli amministratori delegati di Verona-Novara e di Bpi avevano ricevuto mandato dai cda di «effettuare approfondimenti per sottoporre poi al comitato esecutivo una proposta che considerasse anche l’opzione di un partner diverso per le attività “vita” e “protezione”. Ma, poi, il 23 maggio scorso, Banco Popolare, Banca Popolare Italiana e FonSai avevano avviato trattative in esclusiva, la cui scadenza era stata fissata per domani, 1 giugno, proprio per la definizione di una partnership strategica. Ieri è arrivata la conferma. La partnership sarà di lungo termine e prevederà un rapporto di esclusiva sulla rete delle banche del nuovo gruppo Banco Popolare, fermi restando per il 2008 ed il 2009 i residui accordi con Aviva ed Aurora per una parte della rete Bpi.