E Bono sfoggia il suo giubbotto made in Italy

«I Grammy hanno premiato gli U2. E gli U2 hanno premiato noi indossando i nostri capi davanti al mondo intero». Il commento entusiasta ma contenuto di Davide Dinardo ricalca i toni essenziali di tutti coloro che stanno dietro le quinte del mito, ma che preferiscono la quiete del loro laboratorio alle luci dei riflettori. E anche ora che, persino per la cerimonia dei Grammy, Bono Vox ha chiesto sempre a Dinardo di creare appositamente per l’occasione le giacche di pelle per lui, il giovane imprenditore carpigiano ringrazia e se ne torna alla sua azienda, ora in fase di forte espansione. Creatore e firma della linea «Preview Milano» - capi in pelle per uomo e donna, lavorati con tecniche innovative in stile «militar rock» - un anno fa Dinardo scoprì di aver conquistato il lato «glamour» del cantante. Bono si accorse, infatti, che tutti i suoi ultimi acquisti «in pelle» fatti in giro per il mondo, portavano l’etichetta «Preview Milano». Così volle che lo stilista modenese lo vestisse per tutto il «Vertigo tour». «Non pretende modifiche particolari rispetto al campionario - precisa Dinardo -. Solo qualche personalizzazione che dia più grinta al capo».