E Bossi telefona a Berlusconi

Macché tensione, nessun contrasto. Anzi, l’alleanza tra Lega Nord e Popolo della libertà continua proficua. Il segno tangibile dei rapporti sereni tra i due leader è stata la telefonata definita «cordiale» tra il premier Silvio Berlusconi e il numero uno del Carroccio Umberto Bossi. I due si sono sentiti nel pomeriggio di ieri e hanno rinviato a un incontro che si terrà nei prossimi giorni la discussione sulle riforme di giustizia e federalismo, nodo sul quale Lega e Pdl hanno espresso differenti opinioni. Dopo il colloquio telefonico, il Senatùr ha comunque smussato la sua posizione: «Ho solo rivolto un invito alla calma. Chi tratta con l’opposizione è Berlusconi».