E Busalla diventa quasi capoluogo

Redigere un piano urbanistico intercomunale per far crescere, sulla scia della positiva esperienza della Città dell'Entella, un progetto analogo nella valle Scrivia, capace di valorizzarne l'identità e promuoverne lo sviluppo integrato. È l'idea che il vice presidente della provincia Paolo Tizzoni ha sottoposto ieri a Busalla ai sindaci di Busalla, Ronco Scrivia, Isola del Cantone, Vobbia, Crocefieschi, Savignone, Casella, Valbrevenna e Montoggio. «La proposta - ha detto Tizzoni - si collega con l'esperienza vissuta recentemente dai paesi di fondovalle con il progetto europeo Poseidon che ha aperto l'accesso a risorse altrimenti non raggiungibili per realizzare opere pubbliche». L'idea di fondo è di sviluppare una pianificazione a due livelli per valorizzare l'identità di ciascun centro da una parte, per costruire previsione unitarie condivise sul futuro dell'area dall'altra, individuando le soluzioni ai temi strategici: il paesaggio e la sua fruizione, i valori storici e architettonici, i nodi e le reti infrastrutturali, i modelli residenziali, le attrezzature urbane, i distretti produttivi, le risorse energetiche. Il direttore dell’Area Urbanistica della provincia Pierpaolo Tomiolo ha indicato nelle politiche della casa, degli insediamenti produttivi e dei centri storici i settori dove la gestione urbanistica è disomogenea.