E Bush interrompe le vacanze

Il presidente George W. Bush ritornerà a Washington oggi, due giorni prima del previsto, per partecipare allo sforzo per contrastare l'impatto dell'uragano Katrina. Lo ha annunciato ieri la Casa Bianca. Bush ha dedicato all'uragano Katrina le prime battute del discorso fatto in California, nel 60º anniversario della fine della Seconda Guerra Mondiale. Il presidente ha espresso cordoglio e tristezza per le vittime e le devastazioni e ha aggiunto di aver preso questa scelta per monitorare meglio lo svolgimento dei soccorsi. «Il governo centrale e quelli locali stanno lavorando fianco a fianco per fare in modo che queste persone possano tornare nelle loro case» ha detto. Il presidente americano ha anche fatto sapere che questa settimana potrebbe recarsi negli Stati sul golfo del Messico colpiti dall’uragano per poter riscontrare personalmente l’entità dei danni provocati dal suo passaggio. Il leader della Casa Bianca, rivolgendosi al popolo americano, lo ha esortato a sostenere con offerte la Croce Rossa, impegnata nelle colossali operazioni di soccorso. «La brava gente in Louisiana, Mississippi e Alabama e in altre aree coinvolte ha bisogno di aiuto, comprensione e preghiere dei loro compatrioti».