E il campione spuntò là dove la manna non cade dal cielo

È la linfa delle piante di frassino: nelle Madonie c’è l’unico luogo dove ancora si produce. Ha proprietà curative e qualcuno dice che servirebbe anche al ciclismo. E forse Riccò non a caso ha vinto ieri

Ordine d’arrivo della 2ª tappa, da Cefalù ad Agrigento: 1. Riccò (Ita) in 5h48’35’’ (media 35,629 km/h); 2. Di Luca (Ita) st; 3. Rebellin (Ita) st; 4. Pellizotti (Ita) st; 5. Savoldelli (Ita) st; 6. Rodriguez (Spa) st; 7. Veikkanen (Fin) a 4’’; 8. Nibali (Ita) a 8’’ 9. Piepoli (Ita) st; 10. Andreas Kloden (Ger) st; 11. Garate (Spa) a 10’’ 12. Soerensen (Dan) st; 13. Possoni (Ita) st; 14. Bruseghin (Ita) st; 15. Matthew Lloyd (Aus) st; 16. Van Den Broeck (Bel) st.