E il capo della squadra anti-crimine è una donna

Quando si è insediata a capo del nuovo commissariato di Villa San Giovanni il questore le ha dato una mission precisa: «Voglio che viale Monza diventi un salotto». Maria Antonietta Scarinci, vicequestore aggiunto, lo ha preso in parola. Coordina il lavoro di una squadra di 44 agenti e il suo vice è una donna. Le loro attività di contrasto alla malavita si concentrano su viale Monza, via Pasteur, via Guinizelli, via Temperanza, via Termopili, via Pietro Crespi, via Giacosa e via Padova. Dal primo ottobre i suoi agenti hanno controllato dodici esercizi pubblici e identificato 83 persone, di cui 43 extracomunitari e 22 con precedenti penali. 16 di questi ultimi erano stranieri. Sul fronte dello spaccio hanno messo le manette ai polsi di sei persone e hanno rispedito in prigione un evaso su permesso premio. «Per noi la collaborazione dei cittadini è indispensabile - spiega la Scarinci -. Qualche giorno fa ci è stata segnalata una rapina tra immigrati e per telefono ci hanno guidati nel prendere i tre che erano scappati». Bar, strade, parchi e case sono i luoghi più battuti. «Andiamo di casa in casa a scovare gli affitti irregolari e per denunciare anche i proprietari che affittano illegalmente a chi non ha il permesso di soggiorno».