E il Chelsea «vince» un viaggio in Siberia

Roman Abramovich, patron del Chelsea, ha scelto di istituzionalizzare il viaggio-premio da assegnare ai due giocatori della rosa che più si distinguono nell’arco del campionato.
Lo scorso anno il capitano John Terry e Frank Lampard hanno «vinto» una crociera nel Mediterraneo a bordo dello sfarzoso yacht del magnate russo. Meno allettante la meta scelta da Abramovich per i più meritevoli della stagione che sta per cominciare: la remota regione della Chukotka, in Siberia. I due «fortunati» si godranno un soggiorno nei luoghi dell’infanzia del patron e potranno visitare gli stabilimenti della sua compagnia petrolifera, la Sibneft.
La zona è sepolta da una fitta coltre di neve per otto mesi l’anno e la principale attività degli abitanti, oltre i pozzi di petrolio, è l’allevamento delle renne. Scatenati i tabloid inglesi, che hanno proposto una sorta di guida turistica del luogo, con le «cinque cose da vedere in Siberia»: 1. Neve; 2. Ancora neve; 3. Renne; 4. Pozzo di petrolio; 5. Altra neve.
Pensate se a vincere l’«ambito» premio fosse l’ivoriano Didier Drogba. Ve lo immaginate?