E chi domenica starà al mare poi non venga a lamentarsi

Domenica con i seggi aperti fino alle 23, saranno i milanesi a decidere a chi consegnare la città

E come prevedibile il dibattito s'infiamma quando si arriva a parlare d'immigrazione. È allora che i nove candidati seduti per la prima (e unica volta) tutti insieme sul palco del Teatro Manzoni nell'evento organizzato dal Giornale, dimostrano tutte le loro differenze. Perché è inutile far finta di non capire che è proprio questa la sfida del secolo. Il passaggio stretto dove si decide il destino dei nostri figli. E allora anche la retorica dei due candidati identici cade. Anche se Stefano Parisi e Giuseppe Sala sono due manager, i loro programmi sono radicalmente diversi. Il rigore verso l'immigrazione clandestina e la legalità come unico modo per evitare lo scontro sociale tra italiani che non ce la fanno e immigrati irregolari è l'irrinunciabile per il candidato del centrodestra, mentre l'apertura della città, magari mettendo anche a disposizione il villaggio Expo è il programma di quello del centrosinistra. Idee diverse, messe a confronto insieme a quelle di Corrado, Rizzo, Cappato, Mardegan, Santambrogio, Azzaretto, Baldini. Uno scontro di quelli che a noi piacciono quello di ieri. Perché, l'abbiamo già detto con Antonio Gramsci, noi non detestiamo i partigiani, ma gli indifferenti. Poi, domenica con i seggi aperti fino alle 23, saranno i milanesi a decidere a chi consegnare la città. E chi sarà rimasto al mare, poi non venga a lamentarsi.

Commenti
Ritratto di Situation

Situation

Gio, 02/06/2016 - 09:00

il destino dei milanesi è nelle proprie mani; se siete stati soddisfatti di Pisapia andate tranquillamente ai laghi ma se volete riprendervi la città, beh sapete cosa fare.

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 02/06/2016 - 09:11

Se vince Sala ci sara' da ridere, dall'Expo al campo profughi, anzi clandestini. Altro che cittadella universitaria.

Gabriele184

Gio, 02/06/2016 - 10:09

Caro Della Frattina, i seggi aperti fino alle 23 non serviranno a molto: se domenica sarà una bella giornata, la maggior parte dei milanesi che cercherà di "tornare in tempo per votare" farà ore e ore di coda sulle varie autostrade rivierasche.. Il problema è alla fonte: solo un governicolo di cialtroni incompetenti poteva scegliere questo fine settimana per le elezioni amministrative. A CASA, SUBITO!!

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Gio, 02/06/2016 - 10:19

Se quelli che votano hanno ascoltato qualche intervista a Beppe Sala, allora Parisi vincerà alla grande. Sala, presentato come il boss di Expo solo per ringraziarlo degli immensi fondi fatti affluire al partito, proprio come fecero per Penati, é il classico politico cialtrone, incapace di fare un discorso fluido sempre su non ricordo, risponde con slogan ripetitivi che non dicono nulla. Pazzesco ovvio che il furbetto Renzi poi lo molli.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 02/06/2016 - 11:18

@Situation:....certo!In ogni caso un Sindaco eletto dal 55% dei votanti,non è un sindaco,e sopratutto il 45%(non votanti),classici personaggi da "LIMBO",pieni di scuse varie,meritano di essere "rappresentati" da NESSUNO!!

linoalo1

Gio, 02/06/2016 - 11:45

E si,cari Elettori,questa è la furbata di Renzi con i suoi Sinistrati!!!Hanno vietato di votare anche Lunedì,solo per paura!!Paura che,chi,giustamente,aproffitterà del Lungo Ponte.andasse a votare Lunedi!!Ma chi avrebbe votato di Lunedì???Non certo i Sinistrati,perchè hanno subito il Lavaggio del Cervello,fin da piccoli,al punto che,ancora oggi,hanno un vecchio Garofano Rosso sul comodino!!!Sempre lo stesso garofano con cui scendono in Piazza,quando gli viene ordinato!!Notate bene che ho detto:ordinato!Si,perchè loro non usano il cervello,ma ubbidiscono ciecamente agli,ormai,Loro Padroni!!!!

Anonimo (non verificato)

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 02/06/2016 - 12:20

Se ai Milanesi è piaciuto il bruciore al ... provocato da pisapippa e pidioti vari,vadano pure al mare ma non si lamentino se continuando ad essere governati dai comunistardi diventeranno incontinenti e con vari...prolassi.

yulbrynner

Gio, 02/06/2016 - 12:33

egregio giannino chi rimane al mare non ha interesse x le elezioni comunali, quindi non recriminera' nulla.. altrimenti andrebbe a votare... x cui articolo che non fa una grinza.

heidiforking

Gio, 02/06/2016 - 13:30

Vorrei solo ricordare che l estate è appena iniziata e ci saranno ancora tante belle giornate di sole in cui andare al mare invece un sindaco vi rimarrà nel gargarozzo per molti molti giorni.....

tiromancino

Gio, 02/06/2016 - 15:16

Strano,non ho ricevuto il bollettino della TARI,devo preoccuparmi? Un ultimo regalino del tartassa e sorridi?