E dalla Cina intanto arrivano container di merci contraffatte

La Cina è più vicina, ma prima di arrivare i turisti cinesi continuano ad arrivare le merci contraffatte. La Guardia di Finanza ha messo a segno un’operazione contro l'importazione ed il commercio di prodotti cinesi illegali: sono ben 110 mila gli articoli che gli uomini delle Fiamme Gialle di Biella tengono bloccati da giorni negli spazi doganali di Genova. Si tratta, in particolare, di 14.855 capi di abbigliamento ed accessori che recano i marchi «N.Y» e «Thinsulate» contraffatti ed altri 99.525 capi simili, privi dell'etichettatura obbligatoria. La Guardia di Finanza ha denunciato all'autorità giudiziaria, uno spedizioniere italiano ed un cittadino cinese responsabili dello stoccaggio delle merci, per importazione di prodotti contraffatti e violazioni alla normativa comunitaria in materia di sicurezza e commercio dei prodotti. Nell'ambito delle indagini nel settore dell'importazione e commercializazione di prodotti cinesi non rispondenti alle norme in materia di marchi, sicurezza e commercio, gli uomini delle Fiamme Gialle biellesi, sono riusciti a risalire ad una società di spedizioni internazionali che operava nel porto di Genova e da lì ad individuare un carico sospetto in arrivo nello scalo ligure. Era stato così possibile bloccare il container oggetto della spedizione mentre era ancora depositato all'interno degl spazi doganali.