E Citi guarda al numero uno del risparmio

da Milano

Il colosso finanziario Citigroup potrebbe trarre vantaggio dal terremoto che sta sconvolgendo Wall Street, e acquistare la banca Washington Mutual (WaMu), la più grande cassa di risparmio degli Stati Uniti, attualmente in gravi difficoltà finanziarie. Lo afferma il Wall Street Journal nel suo sito online, citando fonti ben informate.
«Le gente ci vede oggi come una fonte di soluzione piuttosto che parte del problema», ha detto lo stesso direttore finanziario di Citigroup, Gary Crittenden, in un’intervista. Altri istituti interessati all’acquisizione, rileva il Wsj, sarebbero il gruppo spagnolo Banco Santander, Wells Fargo e Jp Morgan Chase.
Citigroup torna così tra i protagonisti della scena finanziaria solamente pochi mesi dopo essere stata al centro della crisi del credito, con perdite e svalutazioni per miliardi di dollari.
Tuttavia la conglomerata di servizi finanziari newyorchese è riuscita anche a raccogliere oltre 40 miliardi di dollari di nuovo capitale e può contare sui depositi dei suoi milioni di clienti come ulteriore fonte di finanziamento. Quindi appare, allo stato attuale, uscita del tutto dal ciclone che ha investito in particolare - ma non solo - le banche d’affari.
Citigroup è in una posizione relativamente forte in questo momento, e un acquisto di Washington Mutual si inquadrerebbe in una strategia di aumento della presenza nel mercato della finanza di largo consumo.