E la Curia sfratta Buttiglione

A Bologna la Curia «sfratta» l’Udc e accusa i casiniani di «furbizie» elettorali. L’incidente nasce da un convegno che i centristi avevano già fissato all’istituto dei Salesiani, ospite Rocco Buttiglione. Su Bologna Sette, il settimanale di Avvenire, il vicario episcopale per il laicato e l’animazione cristiana, monsignor Paolo Rubbi, non ha fatto sconti: «Registro con molto sconcerto l’iniziativa in programma sabato prossimo all’istituto Salesiano, che vedrà la partecipazione di un leader nazionale del partito, Rocco Buttiglione». Citando il cardinale e arcivescovo di Bologna Carlo Caffarra, che aveva invitato i parroci a rimanere fuori dal dibattito in vista delle amministrative, Rubbi rincara la dose: «L’iniziativa dell’Udc è definita “primo incontro della Consulta delle aggregazioni laicali”, una consulta che in realtà nulla ha a che fare con la comunità ecclesiale, ma è semplicemente una struttura di un partito politico». Eppure la segretaria Udc Maria Cristina Marri minimizza, parlando di un semplice «malinteso».