E De Benedetti approvò il lodo: felice per l'accordo Mondadori

In un'intervista ai Studio Aperto del 1991 l'Ingegnere raggiante commentava l'accordo per la spartizione della Mondadori: "Non ci sono né vincitori nè vinti, anzi forse gli unici vincitori sono le aziende che da oggi possono ripartire con serenità". E poi non risparmiava complimenti al Cavaliere: "Tanti cari affettuosi auguri per il successo nelle sue tante imprese a Berlusconi, che è una persona che ha fatto bene all’Italia e ha dato un notevole impulso all’immagine dell’imprenditoria italiana all’estero. Berlusconi ha tanti programmi davanti a lui e il mio augurio è che gli riescano tutti". GUARDA IL VIDEO

Milano - Ora il nemico numero uno di De Benedetti è Silvio Berlusconi ma una volta non era così. In un'intervista di Studio Aperto del 1991 l'Ingegnere commentava raggiante l'accordo per la spartizione della Mondadori con queste parole: "Non ci sono né vincitori nè vinti, anzi forse gli unici vincitori sono le aziende che da oggi possono ripartire con serenità". E poi sul Cavaliere: "Tanti cari affettuosi auguri per il successo nelle sue tante imprese a Berlusconi, che è una persona che ha fatto bene all’Italia e ha dato un notevole impulso all’immagine dell’imprenditoria italiana all’estero. Berlusconi ha tanti programmi davanti a lui e il mio augurio è che gli riescano tutti". Nel video, che è stato scovato da Daw-blog, De Benedetti non risparmiava sorrisi e complimenti, non sembra proprio che abbia appena subito il "grandissimo torto" di cui si lamenterà negli anni successivi.