E al Ferraris tornano alla carica i «Grifoncini»

Il calendario dei mini-tifosi in vendita sugli spalti

Tornano i «grifoncini» allo stadio. Settecentodieci piccoli genoani domani invaderanno la «gabbia» a fianco della gradinata Nord, per la partita Genoa-Livorno.
Marco Barnieri, detto «Naso», ideatore e realizzatore del progetto «Genoa Club for Children» promette: «Vogliamo dare un messaggio educativo al tifo e al comportamento da stadio. Intendiamo creare un gruppo vero e proprio con dei valori e un forte legame, tutti uniti sotto una sola bandiera, quella del Genoa».
Tantissime le mail arrivate durante l'estate per complimentarsi con i volontari della singolare iniziativa (unica in Italia), che tra qualche mese compirà un anno. Parole di entusiasmo e ringraziamento anche da parte dei bimbi coinvolti che hanno vissuto un'esperienza unica.
Senza avere sponsor ufficiali, il piccolo «Genoa Club» spera nel buon cuore dei genovesi per avere qualche donazione e far fronte alle spese importanti, come l'assicurazione per i bambini e quelle più futili come il necessario per le coreografie. Domenica ci saranno in vendita diversi gadget per un piccolo autofinanziamento tra cui il calendario dei «Children» che da Marco «Naso» è stato stampato in edizione ridotta. Millecento copie che verranno vendute al costo di 5 euro l'uno. «Verranno poi fatte le magliette per i bambini appartenenti al club - spiega Barnieri - e quelle per gli “Amici dei Children”. In otto mesi di vita nel settore 5 c'è stata una grossa passerella di personaggi da Skuravy a Militello di Striscia la Notizia, da Luca Bizzarri a Criscito».
Durante l'estate i bimbi hanno ricevuto un attestato di partecipazione che i volontari hanno recapitato casa per casa in tutta Genova insieme ai moduli di iscrizione. Attestati che molti piccoli «ultras» hanno già appeso a fianco al proprio lettino.
L'idea di Barnieri è anche quella di organizzare il sabato pomeriggio presso il «Club dei Carruggi» di vico san Pancrazio, sede dei «Children», il coro come l'anno scorso, una scuola di corografia e una mini redazione per la «fanzine» scritta dai bimbi con un minimo aiuto di qualche giornalista professionista.
Domani verranno date le tessere ai bambini davanti ai cancelli del settore 5, ma non verranno accettate le iscrizioni, che continueranno ad essere effettuate in vico San Pancrazio. L'appuntamento è per tutti «i grifoncini» entro mezz'ora prima dall'inizio della partita, possibilmente con merenda nello zainetto.