E la Fiamma porta il caso a Strasburgo

Il caso mutui sbarca al Parlamento europeo. L’onorevole Luca Romagnoli, segretario della Fiamma tricolore, ha denunciato lo scandalo agli eurocolleghi: «In Italia alcuni politici, mentre c'è chi si arrampica sugli specchi per pagare i mutui, acquistano casa a prezzi stracciati», ha detto nel suo intervento. «L'Espresso rivela che alcuni dei massimi politici italiani, hanno goduto di eccezionali condizioni di favore nell’acquisto dell’abitazione. Il settimanale scrive che: Walter Veltroni (successore di Prodi); Maura Cossutta, figlia di uno dei più radicali e convinti comunisti; l'ex presidente della Camera e tra i più noti censori della moralità altrui Luciano Violante; e con loro gli onorevoli Marini, Mancino, Mastella, Casini, Proietti, Baccini, hanno acquistato a Roma case, a volte addirittura di 25/30 vani, ad un quarto, se non meno, del costo di mercato, beneficiati in questo dai proprietari, che casualmente sono enti pubblici, assicurazioni, banche. Appartamenti in aree con valore al mq superiore a 8.000 euro - ha proseguito Romagnoli -, venduti a un quarto del loro valore. Se voi siete strozzati dal mutuo, mese dopo mese, dovete prendervela con comunisti, vecchi e nuovi, quelli che hanno deciso di liberalizzare le licenze dei taxi e gli orari dei barbieri e vendere le medicine nei supermercati, ma hanno lasciato libere le banche di decidere dei sacrifici da imporre alla vostra famiglia, di ipotecare il vostro futuro».